Elenco dei prodotti per produttore Marttiini

Nel 1928 il fabbro Janne Marttini ha fondato la J Marttiinin Puukkotehdas a Rovaniemi. In questi tempi tutto il processo produttivo, a partire dalla forgiatura della lama, era fatto a mano. Marttiini, lavorando come direttore della fabbrica, si recava da clienti e fornitori in bicicletta. Jane Marttiini era un manager particolarmente innovativo per l'epoca: dava particolare importanza alla ricerca e lo sviluppo del prodotto, e viaggiava frequentemente per espandere la sua area di vendita e aumentare la sua quota di mercato. Già negli anni 20 la fabbrica Marttiini ricercava la qualità più alta, sviluppando i metodi di produzione e le capacità professionali dei dipendenti.


La fabbrica di coltelli Marttiini ha una lunga tradizione in cui ha sempre fatto coincidere artigianato di qualità e necessità pratica. Per le persone dell'Artico, il coltello è sempre stato un importante strumento di sopravvivevenza in condizioni dure. I coltelli erano necessari per raccogliere legna e fare il fuoco, per creare strumenti e per costruire, per cacciare, pescare e preparare il cibo per essere cotto e mangiato. Nessuno lasciava casa senza almeno un coltello: molti viaggiatori si sono salvati solo grazie al loro coltello, che utilzzavano persino al posto della piccozza per uscire dall'acqua quando il ghiaccio si rompeva sotto i loro piedi. L'utilizzo del coltello si imparava sin da bambini: i coltelli venivano prodotti per donne, uomini e bambini, cosicché fossero adatti alla dimensione ed alla forza di chi li usava. I coltelli pensati per essere indossati nelle festività assieme ai vestiti della Domenica erano fornititi con custodie e manici decorati: un bel coltello era anche un ornamento, le donne potevano indossare piccoli coltelli ornamentali sulle collane.